Vai a sottomenu e altri contenuti

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO – PER ESAMI – FINALIZZATO ALL'ASSUNZIONE A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI N. 2 POSTI DI COLLABORATORE TECNICO, CATEGORIA B3, DEL CCNL FUNZIONI LOCALI

Data pubblicazione: 13/05/2022 Data scadenza: 13/06/2022

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Premesso che con deliberazione della Giunta comunale n. 3 del 24/02/2022, è stato approvato il programma triennale del fabbisogno del personale per il periodo 2022/2024;

Preso atto che nel citato atto programmatico è stata prevista l'assunzione, per l'annualità 2022, di n. 2 posti a tempo pieno ed indeterminato della figura professionale di ''Collaboratore Tecnico'' - Cat. B - posizione economica B3;

Richiamati:

- la deliberazione di C.C. n. 28 del 31/12/2019 con la quale è stato approvato il ''Regolamento comunale per l'accesso agli impieghi'';

- il D.Lgs n. 165/2001 recante ''Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche'';

- il D.Lgs n. 198/2006 ''Codice delle pari opportunità tra uomo e donna'' e l'art. 57 del D. Lgs n. 165/2001;

- il D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 ''Codice in materia di protezione dei dati personali'' e successive modificazioni ed integrazioni;

- la delibera G.C. n. 4 del 24.02.2022 avente ad oggetto ''Adozione del piano delle azioni positive per il triennio 2022/2024 ai sensi dell'art. 48 del D.lgs. n. 198/2006.'';

- la determinazione del Responsabile dell'Area amministrativa n. 242 del 12-05-2022 relativa all'approvazione del presente avviso.

RENDE NOTO CHE

È indetto un concorso pubblico per esami per la copertura di n. 2 posti di Collaboratore Tecnico - cat. B3, a tempo pieno ed indeterminato.

Le modalità di partecipazione e di svolgimento del concorso sono disciplinate dal presente bando e dal vigente Regolamento per l'accesso agli impieghi del Comune di Bono e, per quanto non espressamente previsto, dalle norme vigenti in materia di accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e di svolgimento delle relative procedure selettive.

ART. 1 - INDIZIONE DEL CONCORSO

Sono aperti i termini del concorso pubblico, per esami, finalizzato all'assunzione di n. 2 posti di Collaboratore Tecnico, categoria giuridica B3, comparto Funzioni Locali, a tempo pieno ed indeterminato, da destinare al Servizio Tecnico per lo svolgimento di attività e servizi di carattere manutentivo nei seguenti ambiti: edile, idraulico, elettrico, di custodia, pulizia e cura del verde, del patrimonio, di strutture e impianti di pertinenza comunale, nonché conduzione di mezzi operativi e - in via generale- altre attività di supporto ai servizi comunali.

Il presente bando è pubblicato - in forma integrale - per 30 giorni consecutivi nell'Albo Pretorio dell'Ente, e nel sito web www.comune.bono.ss.it alla pagina ''Bandi di concorso'' della sezione Amministrazione trasparente.

È inoltre, pubblicato - per estratto - nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica - Serie concorsi.

La procedura selettiva di cui al presente Bando è indetta nel rispetto, tra l'altro:

- delle pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ai sensi del decreto legislativo n.198/2006 e del D. Lgs. n. 165/2001.

- delle disposizioni in materia di collocamento dei disabili di cui alla legge n. 68/1999;

- della legge n.104/1992 recante ''Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate'' con particolare riferimento alle previsioni di cui all'articolo 20;

ART.2- TRATTAMENTO ECONOMICO E GIURIDICO

Il rapporto di lavoro è regolato dalle norme di legge e del contratto nazionale di lavoro. Il trattamento economico annuo lordo è quello previsto per la categoria B - posizione economica B3- come da Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Funzioni Locali, oltre alla 13^ mensilità ed ogni altro elemento retributivo previsto dal vigente CCNL o dalla vigente normativa in materia di trattamento economico dei dipendenti degli Enti Locali.

ART.3- REQUISITI GENERALI RICHIESTI

1. La partecipazione alla procedura concorsuale in oggetto richiede il possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana; la partecipazione è altresì ammessa, ai sensi dell'articolo 38 del decreto legislativo n.165/2001, ai cittadini degli Stati membri dell'Unione europea e ai loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché ai cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, in possesso di adeguata conoscenza della lingua italiana, da accertare durante le prove d'esame;

b) età non inferiore agli anni 18 e non superiore ai limiti massimi previsti per il collocamento a riposo;

c) godimento dei diritti civili e politici (non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo); per i cittadini degli stati membri dell'Unione Europea e di Paesi Terzi è richiesto il godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;

d) titolo di studio: possesso di Diploma di istruzione secondaria di 1° grado e attestazione di qualifica professionale triennale o titolo superiore, attinente al posto messo a concorso (area meccanica, idraulica, edile, elettrica o agraria). In assenza di attestato di qualifica professionale o titolo superiore, esperienza professionale di durata almeno biennale maturata sia presso datori di lavoro pubblici che privati nei settori attinenti al posto da ricoprire (area meccanica, idraulica, edile, elettrica o agraria).

e) nel caso di titoli equipollenti a quelli indicati nel presente bando, sarà cura del candidato dimostrare la suddetta equipollenza mediante l'indicazione del provvedimento normativo che la sancisce. Per i titoli conseguiti all'estero l'ammissione è subordinata al riconoscimento all'equipollenza ai titoli italiani.

f) idoneità psico-fisica con riferimento alle mansioni proprie del profilo professionale di ''Collaboratore tecnico'', con facoltà da parte del Comune di esperire appositi accertamenti. Non devono sussistere prescrizioni o limitazioni alle mansioni proprie del profilo. Ai sensi dell'art. 1, primo comma della legge 120/1991, la condizione di privo di vista comporta inidoneità fisica specifica alle mansioni proprie del presente profilo professionale.

g) posizione regolare rispetto agli obblighi di leva, per i soggetti a tale obbligo (per i maschi nati entro il 1985);

h) possesso della patente di guida di tipo ''B'', non soggetta a provvedimenti di revoca e/o sospensione ed in corso di validità;

i) assenza di condanne penali, anche non definitive, per reati che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione; l'Amministrazione, salvi i casi, stabiliti dalla legge, che per alcune tipologie di reati esclude l'ammissibilità all'impiego, si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l'ammissibilità all'impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla luce del titolo del reato, dell'attualità o meno, del comportamento negativo in relazione alle mansioni proprie del posto oggetto di concorso;

j) non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione, ovvero non essere stati licenziati per persistente ed insufficiente rendimento o in esito ad un procedimento disciplinare o a seguito dell'accertamento che l'impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;

k) non essere stato interdetto o sottoposto a misure che, per legge, escludono l'accesso agli impieghi presso le Pubbliche Amministrazioni;

l) l'indicazione della conoscenza della lingua straniera inglese, la cui conoscenza sarà accertata durante la prova orale (obbligatoria ai sensi del D. Lgs n. 75/2017);

m) l'indicazione della conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (videoscrittura, fogli elettronici di calcolo, sistemi di posta elettronica, sistemi operativi Windows), da comprovare durante lo svolgimento della prova orale.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione alla procedura e mantenuti al momento dell'assunzione; Il mancato possesso dei requisiti da parte del candidato, avuto riguardo al momento in cui la mancanza si manifesta, determina la sua automatica esclusione dalla procedura se ancora in corso, ovvero l'impossibilità di essere assunto in servizio, ovvero il decadimento da eventuali benefici già conseguiti.

2. La partecipazione alla selezione prevede il pagamento da parte di ciascun candidato della tassa di ammissione di importo pari a 10,00 euro (dieci virgola zero zero); si specifica che in nessun caso la tassa potrà essere oggetto di rimborso; il pagamento dovrà essere disposto, indicando nella causale la dicitura ''Tassa concorso per n. 2 posti di Collaboratore tecnico ctg B3'', attraverso la seguente modalità:

- Bonifico a valere sul conto corrente bancario intestato al Comune di Bono avente IBAN: IT 64 J 01015 84910 000000030025; Il mancato pagamento della tassa di concorso entro i termini di scadenza del bando, comporta l'esclusione dal Concorso.

ART. 4 - CONTENUTO DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta su carta semplice e sottoscritta senza autenticazione, ai sensi dell'art. 39, comma 1, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, utilizzando lo schema che viene allegato al presente bando di concorso.

Nella domanda il candidato, sotto la propria responsabilità, ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, dovrà dichiarare il possesso dei requisiti di cui all'art. 3 del presente bando, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76 della citata disposizione legislativa per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci.

Inoltre il candidato nella domanda dovrà dichiarare:

• Titoli preferenza: il possesso di eventuali titoli di riserva, preferenza e precedenza a parità di valutazione, come individuati nell'art. 5 del DPR 487/94;

• Domicilio e recapito: la precisa indicazione con l'impegno da parte dei candidati di comunicare tempestivamente per iscritto eventuali variazioni di indirizzo al Comune;

• Indirizzo email/PEC personale: Eventuale indirizzo PEC personale intestato al candidato, nonché l'indicazione dell'indirizzo email al quale possono essere inviate le comunicazioni inerenti il concorso, e il consenso espresso all'utilizzo di tale sistema per le comunicazioni inerenti la presente selezione; l'indirizzo al quale recapitare eventuali comunicazioni, se differente dalla residenza, con l'esatta indicazione del numero di codice di avviamento postale;

• l'accettazione incondizionata delle condizioni previste dal bando di selezione;

• di essere in possesso di tutti i requisiti necessari per la partecipazione al bando di selezione alla data di scadenza del termine stabilito dallo stesso e di essere consapevole che gli stessi vanno mantenuti anche al momento dell'assunzione;

• la consapevolezza e conoscenza delle sanzioni previste dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i. per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci;

• il consenso alla raccolta e trattamento dei dati personali, per le finalità inerenti la procedura concorsuale e l'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro (L. n. 196/2003 e s.m.i, art. 13 del Regolamento 2016/679/UE Regolamento generale sulla protezione dei dati - GDPR).

Alla domanda di partecipazione ciascun candidato dovrà allegare:

A) fotocopia (fronte e retro) di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità;

B) curriculum formativo e professionale datato e sottoscritto;

C) ricevuta originale del versamento della tassa di concorso;

D) ulteriori autocertificazioni in relazione alla propria specifica condizione in relazione alle previsioni del bando o documentazione atta a comprovare il possesso di quanto dichiarato.

ART.5- CAUSE DI ESCLUSIONE DALLA SELEZIONE

Verranno esclusi dalla procedura concorsuale i candidati che non risultassero in regola con le condizioni di seguito indicate che dovessero emergere in qualunque fase della procedura:

A) mancato possesso di tutti i requisiti richiesti dall'articolo 3, comma 1 del presente bando;

B) che abbiano inoltrato domanda di partecipazione con modalità differenti rispetto a quelle previste dall'articolo 6 del presente bando;

C) la mancata regolarizzazione o integrazione della domanda entro il termine assegnato;

D) se dalla domanda di partecipazione non si possono evincere le generalità del candidato;

E) ogni altro caso che il presente bando prevede ''a pena di esclusione''.

ART.6- MODALITÀ E TERMINE PER LA PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione al concorso, redatta in carta semplice utilizzando il modulo allegato al presente bando, dovrà essere trasmessa entro il termine perentorio di 30 giorni decorrenti dal giorno successivo alla pubblicazione dell'estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale - Concorsi del 13/05/2022, con una delle seguenti modalità:

- consegnata a mano, in busta chiusa riportante sul retro la dicitura ''CONCORSO PUBBLICO PER DUE POSTI DI COLLABORATORE TECNICO CTG B3 A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO'', all'Ufficio Protocollo del Comune di Bono, nei giorni di apertura al pubblico;

- inviata a mezzo posta elettronica certificata (P.E.C.) personale del candidato, ai sensi dell'art. 65 del D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i., all'indirizzo P.E.C. protocollo@pec.comune.bono.ss.it, in formato PDF non modificabile. Tale modalità potrà essere utilizzata solo dai possessori di P.E.C. Eventuali mail trasmesse con l'utilizzo di P.E.C. di altre persone non saranno considerate come validamente pervenute.

Si precisa che in caso di trasmissione per via telematica (P.E.C.) la domanda di partecipazione sarà valida:

- se sottoscritta mediante firma digitale o firma elettronica qualificata, il cui certificato è rilasciato da un certificatore accreditato;

- ovvero, mediante scansione dell'originale del modulo di domanda sottoscritto dal candidato con firma autografa, unitamente alla scansione dell'originale di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Il termine per la presentazione della domanda, ove cada in giorno festivo, sarà prorogato di diritto al giorno seguente non festivo.

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere sottoscritta dal candidato e la firma non deve essere autenticata.

Sulla busta o PEC andrà riportata la dicitura: ''CONCORSO PUBBLICO PER DUE POSTI DI COLLABORATORE TECNICO CTG B3 A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO''.

Non sono ammesse integrazioni alla documentazione successive al giorno previsto per la consegna.

La mancata consegna della domanda e/o della copia del documento di identità comporterà la non ammissione alla prova.

Il Comune non assume responsabilità in merito ad eventuali problemi telematici comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, che possano determinare l'impossibilità per il candidato di inoltrare l'istanza di partecipazione al concorso nei termini previsti; si consiglia quindi ai candidati di presentare la domanda in anticipo rispetto al termine ultimo e comunque con adeguati margini di tempo.

ART. 7 - GIUDIZIO DI AMMISSIBILITÀ

I candidati che abbiano trasmesso la domanda di partecipazione alla selezione nei termini e secondo le modalità previste nel precedente art. 6, si intendono tutti ammessi con riserva fatta salva l'esclusione dalla selezione nell'ipotesi in cui la domanda di partecipazione presentasse le seguenti omissioni, ritenute insanabili:

a) omessa, incompleta e/o erronea indicazione delle generalità del concorrente (cognome,

nome, luogo e data di nascita), qualora queste non siano desumibili dalla documentazione eventualmente prodotta;

b) domanda di partecipazione priva della sottoscrizione secondo le modalità su indicate;

c) omessa presentazione della fotocopia (fronte e retro) documento di riconoscimento in corso di validità.

La mancata esclusione dalla prova preselettiva non costituisce garanzia della regolarità della domanda di partecipazione alla selezione, né sana le irregolarità della domanda stessa. Il Comune effettuerà idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dal candidato. Qualora il controllo accerti la falsità del contenuto delle dichiarazioni il candidato sarà escluso dalla selezione, ferme restando le sanzioni penali previste dall'art.76 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modifiche ed integrazioni.

La verifica delle dichiarazioni rese nonché il possesso dei requisiti dichiarati verranno effettuate, prima di procedere all'assunzione dei vincitori della selezione nei confronti di tutti i candidati, vincitori e idonei. Il mancato possesso dei requisiti prescritti dal bando e dichiarati dal candidato nella domanda di partecipazione daranno luogo alla non stipulazione del contratto individuale di lavoro e produrranno la rettifica della graduatoria precedentemente approvata.

L'accertamento del possesso dei requisiti prescritti per l'ammissione alla selezione può comunque essere effettuato dall'Amministrazione in qualsiasi momento e comporta, in caso di esito negativo, l'esclusione dalla selezione stessa o la decadenza dall'eventuale assunzione intervenuta.

ART. 8 - COMMISSIONE ESAMINATRICE

Allo svolgimento della procedura concorsuale è preposta apposita Commissione composta da tre esperti, nominata con provvedimento del Responsabile del Settore interessato alla procedura selettiva ai sensi del vigente Regolamento per l'accesso agli impieghi dell'Amministrazione comunale.

La Commissione selezionatrice opera nel rispetto delle disposizioni contenute nel vigente Regolamento per l'accesso agli impieghi dell'Amministrazione comunale e delle norme di legge in materia vigenti.

Avuto riguardo alla verifica in capo ai candidati delle conoscenze in ambito informatico e circa la lingua straniera prescelta dal candidato, la Commissione potrà essere integrata con ulteriori componenti esperti.

ART.9- EVENTUALE PRESELEZIONE

Qualora il numero di candidati ammessi alla selezione sia superiore a 50 (cinquanta) le prove di esame potranno essere precedute da una preselezione, che consisterà in un questionario a risposta multipla, la cui correzione potrà essere affidata alla stessa Commissione esaminatrice del concorso o ad una Società specializzata in selezione del personale e gestita con l'ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati.

Il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non sarà ritenuto utile ai fini della formazione della graduatoria finale di merito.

La preselezione consiste in un'unica prova da svolgersi attraverso test bilanciati il cui contenuto riguarda:

- La conoscenza delle tecniche di lavoro attinenti i servizi di competenza della figura da assumere;

- Materie riguardanti la prova orale.

Ai sensi dell'art. 25 - comma 9 del D.L. 24.06.2014, n. 90, convertito in Legge 11.08.2014 n. 114, non sono tenuti a sostenere l'eventuale prova preselettiva i candidati di cui all'art. 20 comma 2-bis della Legge 104/1992 (persona affetta da invalidità uguale o superiore all'80%). Tale circostanza dovrà risultare da apposita dichiarazione.

La graduatoria dei candidati è data dal punteggio conseguito; saranno ammessi a sostenere la prova pratica i primi 20 (venti) classificati più i pari merito.

I criteri di valutazione dei test a risposta multipla saranno resi noti prima dello svolgimento della prova.

Alla prova di preselezione saranno ammessi tutti i candidati, con riserva di accertamento dei requisiti prescritti.

La data, la sede e l'ora dell'eventuale prova preselettiva, saranno pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Bono: www.comune.bono.ss.it, con un preavviso di almeno 15 (quindici) giorni.

Per essere ammessi a sostenere la prova i candidati dovranno essere muniti di idoneo documento di riconoscimento in corso di validità.

A ciascun candidato sono fornite prima dello svolgimento della prova le istruzioni operative in merito all'esecuzione della stessa. Durante lo svolgimento della prova è vietato ai candidati l'uso di manuali, normativa, appunti, supporti elettronici e quant'altro non sia messo a disposizione dalla Commissione; durante le prove inoltre i candidati non devono utilizzare telefoni cellulari od altri strumenti elettronici che permettano loro una comunicazione con l'esterno, anche solo potenziale; al momento dell'entrata nella sala della prova i candidati sono invitati a depositare detti strumenti presso la segreteria della Commissione o a spegnere gli stessi, a pena di esclusione dalla prova stessa.

Al termine delle operazioni di correzione della prova preselettiva, la Commissione pubblica sul sito www.comune.bono.ss.it alla pagina ''Bandi di concorso'' della sezione Amministrazione trasparente e all'Albo pretorio, l'elenco dei candidati riportante il punteggio attribuito ad ognuno di essi.

Tale comunicazione equivale a tutti gli effetti quale notifica agli interessati.

ART.10- PROCEDURA CONCORSUALE - PROVE D'ESAME

Le prove d'esame consistono in una prova pratica e una prova orale.

PROVA PRATICA:

La prova pratica consisterà nello svolgimento di una serie di prestazioni che evidenziano il livello pratico di specializzazione, ed in particolare potrà riguardare:

- Prova di guida su mezzi comunali ed uso di attrezzature comunali;

- Realizzazione di modeste opere murarie;

- Realizzazione armatura in ferro;

- Posa segnaletica stradale per cantieri fissi e mobili;

- Installazione segnaletica stradale verticale e orizzontale;

- Sistemazione pavimentazione stradale;

- Sistemazione opere d'arte presenti nella sede stradale;

- Sistemazione, pozzetti, chiusini, caditoie, etc;

- Manutenzione del verde pubblico;

- Manutenzione edifici comunali (impianti compresi);

- Manutenzione impianti idrici/idraulici;

PROVA ORALE:

La prova orale verterà su:

- Nozioni sull'ordinamento degli enti locali;

- Normativa in materia di sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs 81/2008: nozioni fondamentali, luoghi di lavoro, uso attrezzature di lavoro e dispositivi di protezione individuale, movimentazione manuale di carichi, agenti fisici (rumore e vibrazione), sostanze pericolose, segnaletica temporanea per cantieri e/o lavori stradali;

- Norme del Codice della strada;

- Diritti e doveri e codice di comportamento dei dipendenti pubblici;

- Conoscenza delle apparecchiature informatiche più diffuse;

- Conoscenza della lingua inglese (obbligatoria ai sensi del D. Lgs 75/2017).

ART.11- PROCEDURA CONCORSUALE - PROVE D'ESAME

I criteri e le modalità di valutazione delle prove concorsuali, al fine di assegnare i punteggi alle singole prove, sono stabiliti dalla Commissione giudicatrice.

Saranno ammessi a sostenere la prova orale i candidati che avranno ottenuto un punteggio non inferiore a 21/30 nella prova pratica.

La votazione complessiva è determinata sommando al voto della prova pratica, il voto riportato nella prova orale.

La Commissione d'esame dispone di trenta punti per ciascuna delle due prove.

Le date delle prove, l'elenco dei candidati ammessi e la sede delle prove saranno resi pubblici esclusivamente attraverso il sito internet www.comune.bono.ss.it e mediante pubblicazione all'Albo pretorio dell'ente.

La pubblicazione del predetto calendario ha valore di notifica a tutti gli effetti di legge.

I candidati che non si presentano nel giorno, nell'ora e nella sede sopra indicati dovranno ritenersi in ogni caso esclusi dal concorso, indipendentemente dalla causa della mancata presentazione.

ART. 12 - APPROVAZIONE E PUBBLICAZIONE DELLA GRADUATORIA

Al termine delle operazioni concorsuali, la Commissione giudicatrice forma una graduatoria provvisoria unica, in ordine di merito, disponendone, nel primo giorno utile e per il tramite dell'Ufficio Personale dell'Ente, la pubblicazione esclusivamente nell'Albo Pretorio e nel sito web dell'Amministrazione www.comune.bono.ss.it nella sezione ''Amministrazione trasparente'' - ''Bandi di concorso'';

Il posizionamento dei candidati idonei nella graduatoria è dato dalla sommatoria del punteggio conseguito da ciascuno di essi nelle due prove.

Nel caso in cui più candidati abbiano riportato lo stesso punteggio finale, il posizionamento dei medesimi in graduatoria è determinato ai sensi dell'articolo 5, del D.P.R n.487/1994, avuto riguardo all'eventuale possesso dei titoli di precedenza o preferenza se e in quanto dichiarati in sede di presentazione della domanda di partecipazione alla procedura selettiva; a parità di merito e di titoli di preferenza o precedenza, il miglior posizionamento in graduatoria è accordato al candidato dotato di minore età.

La graduatoria provvisoria è trasmessa tempestivamente dalla Commissione selezionatrice al Responsabile del servizio competente in materia di personale, affinché, constatata la regolarità delle procedure poste in essere ed effettuate le opportune verifiche, venga da questi approvata con apposito atto.

L'approvazione della graduatoria finale costituisce l'atto conclusivo della procedura selettiva; la graduatoria finale è pubblicata, per un periodo di almeno quindici giorni consecutivi, nell'Albo Pretorio dell'Amministrazione e nel sito web istituzionale www.comune.bono.ss.i t nella sezione ''Amministrazione trasparente'' - ''Bandi di concorso'';

La graduatoria, redatta in esecuzione del presente bando, è valida per un periodo complessivo massimo previsto dalla normativa nel tempo vigente a far data dal giorno successivo a quello indicato dalla data di adozione dell'atto dirigenziale di approvazione.

La graduatoria finale potrà essere utilizzata, nel periodo della sua validità, anche per eventuali assunzioni a tempo determinato che dovessero necessitarsi nel medesimo profilo professionale oggetto di selezione.

L'Amministrazione si riserva di non procedere all'assunzione dei vincitori in caso di mutate o sopraggiunte esigenze organizzative dell'Ente, o nel caso di mancato rispetto delle disposizioni in materia di limitazione delle assunzioni e della spesa di personale nelle pubbliche amministrazioni, avuto riguardo anche a sopraggiunti vincoli normativi in tal senso, senza che i candidati possano vantare diritti di sorta.

ART.13- COMUNICAZIONI E INFORMAZIONI AI CANDIDATI

Tutte le comunicazioni ai candidati inerenti alla procedura in argomento saranno effettuate esclusivamente mediante avviso pubblicato nell'Albo Pretorio dell'Ente nonché sul sito web del Comune di Bono (www.comune.bono.ss.it) nella sezione ''Amministrazione Trasparente'' alla pagina ''Bandi di concorso''. Tali comunicazioni avranno valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti di tutti i candidati. È escluso ogni ulteriore obbligo di comunicazione ai candidati da parte dell'Ente.

I candidati sono tenuti pertanto a verificare costantemente sul predetto sito la presenza di avvisi relativi alla procedura concorsuale in oggetto.

Eventuali informazioni inerenti alla procedura possono essere richieste contattando il Comune all'indirizzo: protocollo@pec.comune.bono.ss.it

ART.14- PROROGA DEI TERMINI

È facoltà dell'Amministrazione prorogare, prima della scadenza, con provvedimento motivato del Responsabile del servizio personale, e per obiettive esigenze di pubblico interesse, il termine per la presentazione delle domande di ammissione.

In caso di proroga del termine, i nuovi aspiranti devono tassativamente possedere tutti i requisiti prescritti per la partecipazione alla selezione alla data di scadenza della prima pubblicazione del bando e non del provvedimento di proroga dei termini.

ART. 15 - RIAPERTURA DEI TERMINI

È facoltà dell'Amministrazione procedere, con provvedimento motivato del Responsabile del servizio personale, e per ragioni di pubblico interesse, alla riapertura del termine fissato nel bando per la presentazione delle domande, dopo la scadenza del bando originario e prima dell'inizio della procedura concorsuale.

Il provvedimento di riapertura dei termini va pubblicato con le stesse modalità del bando originario; restano valide le domande presentate in precedenza.

In seguito alla riapertura dei termini, tutti i requisiti necessari per la partecipazione al concorso devono essere posseduti prima della scadenza dei nuovi termini fissati dal provvedimento di riapertura.

ART. 16 - REVOCA E RETTIFICA DEL BANDO

È, inoltre, facoltà dell'Amministrazione, procedere con provvedimento motivato da esigenze di pubblico interesse, e adottato dal Responsabile del servizio personale, alla revoca del bando in qualsiasi momento del procedimento concorsuale. La revoca del bando è resa nota ai candidati che avessero già presentato domanda di partecipazione e a tutti gli altri interessati con le stesse modalità adottate per la pubblicazione del bando stesso.

Il Responsabile del servizio personale può adottare tutti i provvedimenti di rettifica del bando che si rendessero necessari per errori formali, materiali e/o sostanziali presenti nel bando stesso; i provvedimenti di rettifica, debitamente motivati, sono adottabili prima della scadenza del termine per la partecipazione alla selezione e resi noti mediante le stesse modalità utilizzate per la pubblicazione del bando.

ART. 17 - ASSUNZIONE IN SERVIZIO

I candidati, utilmente collocati nella graduatoria finale di merito, saranno invitati a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento o tramite comunicazione trasmessa per posta elettronica certificata, a comprovare il possesso dei requisiti richiesti nel Bando di selezione, laddove questi non siano già stati oggetto di accertamento d'Ufficio.

Il rapporto di lavoro con i candidato utilmente collocatosi in graduatoria si costituirà solo in seguito alla sottoscrizione del relativo contratto individuale di lavoro e al superamento del periodo di prova di sei mesi ai sensi dell'articolo 20 del Contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto Funzioni locali del 21/05/2018; è considerato rinunciatario il candidato che non abbia presentato la documentazione richiesta dall'Ufficio o non abbia stipulato il contratto individuale di lavoro nei termini allo stesso concessi dall'Amministrazione.

Fermo restando quanto previsto dall'articolo 76 del D.P.R. 445/2000 in merito alle sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci, qualora emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese dal candidato utilmente collocato, questi decadrà dal diritto all'assunzione o dai benefici già conseguiti.

Ai sensi dell'articolo 3, comma 5-septies, del Decreto legge n.90/2014, convertito con modificazioni dalla Legge 11 agosto 2014, n. 114, il vincitore del concorso non potrà ottenere il nullaosta al trasferimento presso altre amministrazioni nei primi cinque anni dall'assunzione, trovando comunque successivamente applicazione le disposizioni Regolamentari in vigore presso l'Ente.

La stipulazione del contratto di lavoro e l'inizio del servizio sono comunque subordinati alla verifica dell'effettivo possesso dei requisiti richiesti dal presente bando e all'effettiva possibilità d'assunzione da parte dell'Amministrazione in rapporto alle disposizioni di legge, riguardanti il personale degli Enti locali, vigenti al momento della stipulazione stessa ed alle disponibilità finanziarie.

Chi non stipulerà il contratto sarà considerato rinunciatario all'assunzione.

Dopo la stipulazione del contratto gli assunti che, senza giustificato motivo, non assumano servizio nel termine loro assegnato saranno dichiarati decaduti, salvo possibilità di proroga per giustificati motivi.

ART.18- ACCETTAZIONE DISPOSIZIONI BANDO E CLAUSOLA DI RINVIO

La partecipazione al concorso comporta implicitamente l'accettazione di tutte le disposizioni contenute nel presente bando, senza riserva alcuna.

L'indicazione del servizio e dell'ufficio cui verrà preposta la figura professionale oggetto della selezione non vincola in alcun modo l'ente, che in ogni caso, potrà esigere tutte le mansioni ascrivibili, sulla base delle vigenti norme contrattuali e delle declaratorie in esse contenute, alla categoria B3.

L'assunzione del vincitore è comunque subordinata al rispetto dei vincoli imposti dalle vigenti leggi finanziarie in materia di assunzioni e di spesa di personale, nonché al permanere delle disponibilità e degli equilibri di bilancio; pertanto l'Amministrazione si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di sospendere o revocare il presente bando e la relativa procedura concorsuale anche se conclusa, senza che i candidati possano vantare diritti di sorta.

Ai sensi e per gli effetti di cui agli articoli e seguenti della legge n.241/1990 il Responsabile della presente procedura concorsuale è la Dott.ssa Annalisa Secchi.

Eventuali istanze di accesso rispetto allo svolgimento della procedura dovranno essere indirizzate all'Ufficio Personale dell'Ente; anche al fine di garantire la celerità dei lavori, l'esercizio del diritto di accesso, se ed in quanto accoglibile ai sensi della normativa vigente, sarà differito al termine della procedura concorsuale stessa, fatti salvi casi particolari da valutarsi in relazione a quanto eccepito dall'istante.

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando si fa riferimento alle norme legislative, regolamentari e contrattuali nazionali, allo Statuto, ai Regolamenti dell'Ente con particolare riferimento al regolamento sull'ordinamento generale degli uffici e servizi nonché alla normativa vigente in materia di accesso al pubblico impiego.

ART.19- TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

L'informativa è resa ai sensi della vigente normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali e del Regolamento (UE) n. 2016/679 (GDPR).

Il Titolare del trattamento è il Comune di Bono e i dati sono trattati da personale interno autorizzato o, a norma di legge, avvalendosi di soggetti terzi specializzati.

Finalità e modalità di trattamento dei dati: I dati forniti dai candidati saranno trattati per le finalità di gestione del presente avviso e sono raccolti, elaborati e conservati dall'ufficio personale del Comune di Bono, dalla Commissione esaminatrice e anche, eventualmente, da soggetti terzi incaricati di supportare la Commissione esaminatrice nello svolgimento delle procedure.

Il conferimento dei dati personali richiesti è obbligatorio ai fini dell'accettazione della domanda di ammissione e della partecipazione alla procedura in oggetto.

Il trattamento dei dati è necessario per motivi di interesse pubblico e saranno comunicati, con procedure idonee, ad altri soggetti per i quali è previsto obbligo di comunicazione per legge o per l'espletamento delle finalità istituzionali.

I dati non saranno comunicati o trasferiti al di fuori del territorio UE.

Il trattamento sarà svolto anche con mezzi elettronici o manuali, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 32 del GDPR 2016/679 in materia di misure di sicurezza e riservatezza, ad opera di soggetti, anche terzi, appositamente incaricati e in ottemperanza a quanto previsto dall'art. 29 GDPR 2016/679.

Nel rispetto dei principi di liceità, limitazione delle finalità e minimizzazione dei dati, ai sensi dell'art. 5 GDPR 2016/679, i dati personali saranno conservati per il periodo di tempo necessario per il conseguimento delle finalità per le quali sono raccolti e trattati.

I dati trattati potranno essere oggetto di diffusione per finalità di pubblicità legale o per finalità di trasparenza. In particolare, l'Amministrazione è tenuta a pubblicare sul sito istituzionale e all'Albo Pretorio le graduatorie degli idonei e dei vincitori delle selezioni, con indicazione dei dati personali identificativi (nome, cognome e data di nascita in caso di omonimia) e i relativi punteggi riportati, nel rispetto del principio di pertinenza, non eccedenza e minimizzazione. Fatte salve le comunicazioni necessarie che possono comportare il trasferimento di dati ad enti pubblici, a consulenti o ad altri soggetti per l'adempimento degli obblighi di legge o per lo svolgimento della procedura di cui al presente bando, non saranno comunicati dati senza esplicito consenso da parte dell'interessato.

I destinatari della comunicazione sono: altri uffici del comune; commissioni esaminatrici; soggetti aventi titolo ai sensi della L. n. 241/1990 e successive modifiche e integrazioni; altri soggetti pubblici per finalità di controllo e/o ispettive.

Nel caso sia necessario conferire all'Amministrazione comunale dati qualificabili come ''categorie particolari di dati personali'' tali dati potranno essere trattati solo per assolvere gli obblighi ed esercitare le funzioni istituzionali del titolare del trattamento. L'Amministrazione comunale non adotta alcun processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, di cui all'articolo 22, paragrafi 1 e 4, del Regolamento UE n. 679/2016.

Il trattamento dei dati di natura particolare (es. disabilità, dati giudiziari, etc.) è previsto dalle norme che regolano le selezioni e i concorsi pubblici (es. fornire idoneo supporto ai candidati con disabilità, verificare i requisiti di ammissione dei candidati, etc.).

Diritti dell'interessato previsti dal Regolamento (UE) n. 2016/679:

- avere accesso ai propri dati personali e ottenere l'accesso alle informazioni previste dall'art.15;

- ottenere la rettifica dei dati personali inesatti (art. 16), la totale cancellazione (art. 17), la limitazione di trattamento (art. 18);

- ottenerne la comunicazione prevista dall'art. 19 sull'obbligo di notifica; - portabilità dei dati (art.20);

- opporsi al trattamento (art. 21);

- non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che lo riguardano o che incida in modo analogo significativamente sulla sua persona;

- proporre reclamo all'autorità di controllo (Garante Privacy). Il Garante per la protezione dei dati personali ha un´unica sede in Roma: Piazza Venezia n. 11, 00187 Roma - centralino telefonico: (+39) 06.696771 - fax: (+39) 06.69677.3785 - mail: garante@gpdp.it - pec: protocollo@pec.gpdp.it

Art. 20 - RICORSI

Avverso i provvedimenti relativi alla presente procedura può essere prodotto ricorso giurisdizionale al TAR Sardegna, entro 60 giorni, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione o dalla data di notifica o piena conoscenza dell'atto che il candidato abbia interesse ad impugnare.

Il presente Bando è pubblicato sul sito del Comune www.comune.bono.ss.it e all'Albo pretorio del Comune.

Per ogni informazione i candidati potranno rivolgersi al Comune di Bono - tel. 0797916900 oppure 0797916903 mail: protocollo@comune.bono.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.bono.ss.it - e nei giorni di ricevimento al pubblico in Corso Angioy n. 2

Il Responsabile del Servizio

F.to Elio Mulas

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
bando Formato pdf 724 kb
domanda Formato docx 25 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Ufficio Protocollo
Referente: Fedele Contini
Indirizzo: Corso Angioy 2, 07011 Bono (SS) - Ufficio ubicato al 1° Piano
Telefono: 0797916903  
Fax: -
Email: protocollo@comune.bono.ss.it-
Email certificata: protocollo@pec.comune.bono.ss.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto